OpzioneCasa
Acquistare casa con 50€

I rischi di acquistare un immobile con 50 euro

L’era del Crowdfunding

I rischi di acquistre un immbolile con 50€Lo sviluppo delle tecnologie digitali ha rivoluzionato anche il mondo finanziario, perché tra i vari modi per ottenere fondi si sta facendo prepotentemente spazio il Crowdfunding.

Per quei pochi che non lo conoscessero, il crowdfunding non è altro che una raccolta di denaro “dal basso”: sulla rete si espone un determinato progetto, si fissa un budget di arrivo, e gli utenti possono partecipare investendo delle cifre anche irrisorie al fine di poter poi partecipare agli utili futuri, in percentuale rispetto a quanto investito. Negli ultimi anni questa tipologia di raccolta fondi sta diventando l’ultima frontiera dell investimento immobiliare.

Il caso Housers

HousersRecentemente è arrivata in Italia Housers, una piattaforma di social landing che punta a fare investimenti nel mercato immobiliare nostrano.

 

Il meccanismo è il seguente: Housers, dopo un’accurata ricerca, trova degli immobili in vendita che possono trasformarsi in un’ottima rendita, avvia la raccolta fondi in cui un utente può donare anche solo 50 euro, al raggiungimento della cifra necessaria si procede all’acquisto dell’immobile e sugli affitti percepiti gli utenti vedono rivalutati i propri investimenti. Ogni investitore può investire fino ad un massimo di 3000 euro per progetto, e non più di 1000 annui a persona. Messa così la cosa sempre interessante, chiunque potrebbe acquistare immobili con 50 euro, ma ci sono altre considerazioni da fare.

I rischi del crowdfunding immobiliare

CrowdfundingDa un punto di vista normativo, ad esempio, bisogna dire che Housers opera come semplice agente per una banca, la Lemon Way (stile PayPal), e quindi non è soggetta né ai controlli della Banca d’Italia né a quelli della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa.

 

Secondo le condizioni di contratto, inoltre, Housers non ha alcuna responsabilità in merito agli investimenti fatti, ma al tempo stesso non permette un’uscita anticipata agli utenti che ci ripensano. Infine, le previsioni di ricapitalizzazione degli investimenti sono puramente indicative, ma non vincolanti. In conclusione, si può pure investire nel crowdfunding immobiliare, ma i rischi di perdere le cifre sono elevati e i guadagni promessi non sono garantiti.

Salva

Commenta